Commento al Salmo 23

Mi pare di venir immerso in un oceano di pace e di coraggio ogni volta che sento cantare – e io stesso canto – queste parole. Sono parole che esprimono le mie sicurezze: è il Salmo della mia certezza, lo chiamerei proprio così. Davvero il Signore rinfranca l’anima mia, mi guida per il giusto cammino a motivo del suo nome (Sal 23,3).

salmo23

salmo23

Per il cammino ho bisogno di «coraggio», ma non meno ho bisogno di una «guida». E lui, il Signore, si incammina al mio fianco: la sua presenza è dono gratuito che tutto ordina allo splendore della sua gloria. Ci sono giorni sereni e gioiosi per i quali il salmista mi invita a lodare e ringraziare. È il Signore: lui cammina davanti a me, ma è anche al mio fianco, vive con me ed è nell’intimo del Il Signore è il mio pastore mio «io», mi precede, mi circonda, mi accarezza e mi abbraccia con il suo tenerissimo affetto; mi sostiene con il suo «bastone» e mi fa da guida per il cammino giusto, sostiene e nutre la vocazione con cui mi ha chiamato a sé, «il giusto cammino». Sì, o Signore, «alle spalle e di fronte mi circondi e poni su di me la tua mano» (Sal 139,5). Una mano forte e dolce ad un tempo, la tua: per me, per tutti. Ma ci sono anche giorni di fatica e di prova e sono ancora queste stesse parole del Salmo che mi indicano in chi confidare: è sempre lui, il Signore, lui che mi precede, si lascia vedere e io lo posso seguire passo passo. Lui ha predisposto ogni cosa per il mio bene, per la mia gioia, per la speranza di tutta la Chiesa e per la salvezza dell’intera umanità. Così, nella gioia come nella fatica, i versetti di questo Salmo diventano, nella mia mente, un «ritornello» che amo ripetere con frequenza, quasi una gioiosa e confortante «giaculatoria» o come una «freccia d’amore» che giunge al cuore di Dio, così che su tutto è inciso questo grande pensiero. Anche sul sentimento più tenue e sul gesto più piccolo resta impresso un significato nuovo e antico: tutto sta nell’orizzonte della grazia e della volontà d’amore di Dio, il Pastore, il Padre, l’Amico! Da parte sua il salmista ha saputo infondermi piena fiducia per continuare il cammino: bontà e fedeltà mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita; abiterò ancora nella casa del Signore per lunghi giorni.