• Home »
  • Vangelo di oggi »
  • Commento al Vangelo del giorno – 01 Dicembre – Molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate

Commento al Vangelo del giorno – 01 Dicembre – Molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate

Il Vangelo di oggi: Lc 10, 21-24

regno di DioIn quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo». E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono».

Commento al Vangelo di oggi:

L’Avvento, come tutta la nostra vita, è un cammino, una salita verso il «santo monte». Secondo una bella preghiera della Chiesa, questo monte è il Cristo, che ancora «esulta di gioia nello Spirito Santo» e rende lode al Padre, perché lo ha inviato a rivelare il suo amore verso gli uomini. Diceva san Gregorio Magno che «la Scrittura cresce con chi la legge», così anche la nostra fede cresce ogni giorno «perché la conoscenza del Signore riempirà la terra come le acque ricoprono il mare»

Lo sapevate che per nascere un bambino deve chinare il capo? Finché mantiene la testa alta egli non fa altro che procurare dolorose contrazioni alla mamma. La vita fin dall’inizio è scritta nel segno della piccolezza, ma nella logica del Vangelo essere piccoli acquista una dimensione particolare: vuol dire essere semplici di cuore, non avere manie di grandezza, saper stare con tutti, riconoscersi bisognosi e figli di Dio Padre, dare molta gioia … Qual è il piccolo che non dà gioia ai suoi genitori? Chi non si intenerisce di fronte ad un bambino di pochi mesi? Nessuno ha paura di chi è piccolo, caso mai è vero il contrario: i grandi sanno far paura ai piccoli, perché sanno fare loro molto male, e questo è un peccato mostruoso. Essere piccoli vuol dire avere fiducia di in Dio, affidarsi a Lui, perché il suo disegno d’amore si compia, come è stato per Gesù. Da Dio grande si è fatto piccolo uomo per essere uno di noi e raggiungerci tutti con la sua divinità fattasi umanità.