Commento al Vangelo del giorno: 04 Luglio 2019 – Perdonare: manifestazione dell’amore più grande

Il Vangelo di oggi: Mt 9, 1-8:

“Resero gloria a Dio che aveva dato un tale potere agli uomini”

gesu guarisce paraliticoIn quel tempo, salito su una barca, Gesù passò all’altra riva e giunse nella sua città. Ed ecco, gli portavano un paralitico disteso su un letto. Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Coraggio, figlio, ti sono perdonati i peccati». Allora alcuni scribi dissero fra sé: «Costui bestemmia». Ma Gesù, conoscendo i loro pensieri, disse: «Perché pensate cose malvagie nel vostro cuore? Che cosa infatti è più facile: dire “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati e cammina”? Ma, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati: Àlzati – disse allora al paralitico –, prendi il tuo letto e va’ a casa tua». Ed egli si alzò e andò a casa sua. Le folle, vedendo questo, furono prese da timore e resero gloria a Dio che aveva dato un tale potere agli uomini.

Contemplo:

Siamo amati da sempre:
Siamo amati da sempre e per sempre. Siamo portati anche nei giorni più neri e difficili, quando ci sentiamo fragili e disarmati, sulle ali della grande aquila. Lasciarci amare da Dio è ciò a cui siamo chiamati, nell’abbandono confidente, nella preghiera. Forse ci sono ferite che, qui e ora, non possono essere rimarginate; possono solo essere accarezzate. Capita così nella preghiera, nell’amore, essere portati su ali d’aquila. E sarà un audace andare come vedendo l’invisibile, sperando l’insperabile. Questo nostro mondo ha bisogno di aquile: uomini e donne che abbiano il coraggio di diventare con tutta la loro vita delle esistenze significative di fede, di amore, di carità, di speranza, di perdono.

Commento al Vangelo del giorno:

Gesù, vedendo la loro fede, disse: “ Ti sono perdonati i peccati”.
Gesù continua il viaggio in barca con i suoi discepoli e arriva a Nazareth; qui guarisce un paralitico sia dalla paralisi fisica che spirituale. Il perdono dei peccati permette di alzarsi-risorgere e di camminare sulla via della fede e dell’amore. Perdonare è potere divino dato al Figlio dell’uomo, che a sua volta lo darà agli uomini credenti, figli di Dio. Perdono sacramentale e fraterno: lo chiediamo più volte nella preghiera, nel Padre nostro che Gesù ci ha insegnato. E’ manifestazione dell’amore più grande: solo Dio è capace di amare oltre il peccato e di perdonare sempre. Le folle presenti comprendono che qualcosa di grande si è compiuto e sono prese dal timore, buono che indica la presenza di Dio e gli rende gloria. Lasciamoci coinvolgere nell’amore grande di Dio per poter sempre perdonare.