Commento al Vangelo del giorno: 04 Novembre 2017 – Il coraggio dell’umiltà

Il Vangelo di oggi: Lc 14,1.7-11

gesti umiliUn sabato era entrato in casa di uno dei capi dei farisei per pranzare e la gente stava ad osservarlo. Osservando poi come gli invitati sceglievano i primi posti, disse loro una parabola: «Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più ragguardevole di te e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: Cedigli il posto! Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Invece quando sei invitato, và a metterti all’ultimo posto, perché venendo colui che ti ha invitato ti dica: Amico, passa più avanti. Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali. Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato»

Commento al Vangelo del giorno:

È davvero imbarazzante vedere il comportamento dei farisei i quali, invece di dare esempio di umiltà e di buon gusto, si rivelano attaccati alle apparenze. È davvero deprecabile constatare che molti cristiani non abbiano in nessuna considerazione l’umiltà e la modestia; per tanti di essi persino la Messa diviene occasione per mettersi in mostra e vantarsi di pregi, che invece non hanno affatto. Tu sei uno di quelli? Fai attenzione, perché coloro che fanno della loro fede un fatto di apparenza, sono vuoti dentro e non hanno capito affatto cosa significhi vivere davvero la propria fede. Nei confronti di tali persone, il Signore Gesù esprime un giudizio particolarmente amaro ed esigente; egli non li conosce affatto, poiché non sono umili come lui.