Commento al Vangelo del giorno: 06 Novembre 2017 – Di fronte a Dio

Il Vangelo di oggi: Lc 14,12-14

Disse poi a colui che l’aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch’essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando dai un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».

Contemplo:

Invita i poveri e sarai beato In genere le nostre famiglie, povere o ricche, controllano se il «dare» produce anche un «ricevere». Basta gettare uno sguardo sui calcoli che si fanno quando si deve regalare qualcosa in occasioni di fest e. L’economia dell’amore è diversa. La gioia della «povera» famiglia cristiana risiede in questa grande ricchezza: dare, soprattutto ai poveri, ed essere contenti, senza cercare «l’interesse proprio, ma anche quello degli altri, con gli stessi sentimenti di Cristo Gesù» (Fil 2,4-5).

Commento al Vangelo del giorno:

Il desco. Gesù usa spesso l’immagine della festa e delle nozze per spiegarci con semplicità i segreti del Regno di Dio. Nel Vangelo di oggi la tavola imbandita diventa sinonimo di vita, segno che scandisce le priorità e le scelte che si devono compiere per diventare cristiani veri e autentici. Se vuoi coltivare la “vicinanza” di Dio devi essere vicino all’uomo, ad ogni uomo. Se vuoi che Dio frequenti la tua casa, devi permettere che i suoi rappresentanti entrino nella tua vita, diventino tuoi famigliari. “Al contrario, quando dai un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti”. Benedetta gratuità. Luminoso modo di intendere e di coltivare i misteri del Regno. Se non inviti i poveri alla tua mensa non sarai invitato ad un’altra Mensa. del bambino che viene sfruttato, la solitudine struggente di chi è stato abbandonato, Dio non sentirà la tua voce quando lo chiamerai, non riconoscerà il tuo volto quando alla porta dell’aldilà gli griderai “Signore, Signore …” Misteri del Regno. Perché, cosa volete, di fronte a Dio siamo tutti poveri, siamo tutti cechi, zoppi, storpi. Di fronte all’Amore siamo tutti “mancanti”. Luminoso modo di intendere e di coltivare i misteri del Regno. I veri famigliari, i nostri veri amici, sono proprio coloro che noi vorremmo tenere lontani. Benedetta parentela. Perché, cosa volete, di fronte a Dio siamo tutti poveri, storpi, zoppi, ciechi.