Commento al Vangelo del giorno: 08 Febbraio 2018 – Una fede che va oltre i confini di un popolo

Il Vangelo di oggi: Mc 7,24-30

fede-in-dioPartito di là, andò nella regione di Tiro e di Sidone. Ed entrato in una casa, voleva che nessuno lo sapesse, ma non potè restare nascosto. Subito una donna che aveva la sua figlioletta posseduta da uno spirito immondo, appena lo seppe, andò e si gettò ai suoi piedi. Ora, quella donna che lo pregava di scacciare il demonio dalla figlia era greca, di origine siro-fenicia. Ed egli le disse: «Lascia prima che si sfamino i figli; non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». Ma essa replicò: «Sì, Signore, ma anche i cagnolini sotto la tavola mangiano delle briciole dei figli». Allora le disse: «Per questa tua parola và, il demonio è uscito da tua figlia». Tornata a casa, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n’era andato.

Contemplo:

Ricordati di noi, Signore.
L’invocazione del salmo è la preghiera che sgorga dal nostro cuore quando ci sentiamo abbandonati o messi alla prova. Proprio come è successo alla donna cananea che chiedeva la guarigione della figlia: Gesù esaudisce il suo desiderio perché ha trovato in lei una fede vera e sincera. Gridiamo anche noi al Signore con la fede viva di chi si fonda non sulle proprie capacità, ma solo sul suo amore fedele.

Commento al Vangelo del giorno:

L’atteggiamento del Signore descritto nel Vangelo di oggi sembrerebbe dipingere la figura del Maestro come insensibile alle suppliche di una madre angosciata per la sorte di sua figlia. In realtà, tutto ciò che Gesù dice ed opera è sempre finalizzato al nostro bene. In questo caso, Egli è guidato da un intento pedagogico: promuovere la crescita della fede della donna. Anche le annotazioni geografiche riportate dall’evangelista non sono casuali: il miracolo di Gesù si compie fuori della Terra Santa, nell’attuale Libano, a favore di una donna non-ebrea, perché, al contrario di quanto credevano gli Ebrei, la salvezza è offerta a tutti gli uomini.
Indubbiamente, l’opera di salvezza si rivolge anzitutto ad Israele ed alle pecore sperdute del popolo eletto. Ma Gesù deve convenire che accanto a questo popolo eletto ne sta nascendo un altro, di cui la donna è esempio: è il popolo dei credenti in lui, e molti di essi, pur non avendo nobili discendenti nel popolo eletto, hanno una caratteristica che li rende molto più interessanti agli occhi di Dio: la fede. La donna siro-fenicia è una di queste: essa, pur comprendendo il discorso del Cristo, gli fa notare in maniera arguta ma piena di fede che esiste chi crede in lui anche se non appartiene al popolo eletto. Non mettere limiti alla volontà di Gesù di salvare tutti: i migliori esempi di fede li avrai dalle persone da cui meno te li aspetti.