Commento al Vangelo del giorno – 08 Ottobre 2016 – Beato il grembo che ti ha portato

Il Vangelo di oggi: Lc 11,27-28

maria-e-gesu-bambinoIn quel tempo, mentre Gesù parlava, una donna alzò la voce di mezzo alla folla e disse: «Beato il ventre che ti ha portato e il seno da cui hai preso il latte!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

Commento al Vangelo di oggi:

Nel mese dedicato tradizionalmente alla recita del Rosario di Maria, è bello considerare come anche coloro che non sono molto inclini alla lettura della Sacra Scrittura possono conoscere i misteri della vita di Gesù Cristo, enunciandoli nella recita del Rosario e pregando assieme a Maria, Madre di Dio. Tutti possono diventare con Maria «ben fortunati», come dice Gesù nell’accettare le lodi di sua Madre, perché «ascoltano la parola di Dio e la osservano».

Siamo sempre tentati di credere che la vera beatitudine consista nell’essere stati contemporanei di Gesù, nell’averlo sentito parlare e visto fare miracoli, e aver potuto stargli fisicamente vicino. Invece, già ai suoi contemporanei il Signore diceva che la vera beatitudine consiste nell’ascoltare la Parola di Dio e nel metterla in pratica. Questo significa che non ci sono limiti né spaziali né temporali: chiunque può essere il prediletto di Dio, suo intimo amico e addirittura suo familiare, nella misura in cui prende sul serio le sue parole di vita. Del resto, ti basta leggere il Vangelo per renderti conto che spesso nemmeno coloro che vissero con lui e che gli stettero più vicino ne compresero appieno il messaggio. Dunque questa beatitudine è davvero alla portata di tutti e resta accessibile anche a te: nella meditazione della Parola, nell’Eucaristia, nei sacramenti. L’esempio di Maria ti illumini e ti aiuti ad ascoltare e attuare la Parola di Dio.