Commento al Vangelo del giorno – 13 Aprile – Io sono il pane della vita

Il Vangelo di oggi: Gv 6, 35-40

il pane della vitaIn quel tempo, disse Gesù alla folla: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai! Vi ho detto però che voi mi avete visto, eppure non credete. Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno».

Commento al Vangelo del giorno:

«Chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà più sete». L’insegnamento di Gesù va ben al di là della lotta quotidiana per il nutrimento. Il cibo materiale, conquistato con il lavoro di tutti e con il rispetto per tutti, è ben poca cosa di fronte al cibo spirituale promesso da Gesù nella risurrezione.

Andare a Gesù: è questo che il Padre vuole da ciascuno di noi. Eppure, coloro che ascoltavano Gesù non erano ben disposti, per cui molti di loro non credevano alle sue parole. Tu, che conosci la grazia e la promessa realizzatasi in Cristo, purtroppo a volte ti comporti proprio come i Giudei contemporanei del Maestro: troppo duri nel cuore e testardi nella mente, essi non hanno la volontà di accogliere il dono che Gesù fa a tutta l’umanità. Credere in lui significa avere già su questa terra la caparra della vita eterna che è dono di Dio, ma che Egli fa a coloro che credono nel Figlio divino. Hai mai pensato che ogni volta che ricevi la comunione, ti viene donato il pegno di quella vita senza fine che un giorno vivrai assieme a tutti gli angeli ed i santi? Per questo, cerca di non fare come tanti cristiani che ricevono il corpo di Cristo in maniera distratta o superficiale.