Commento al Vangelo del giorno: 13 Dicembre – Non a parole, ma con i fatti

Il Vangelo di oggi: Mt 21,28-32

«Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli; rivoltosi al primo disse: Figlio, và oggi a lavorare nella vigna. Ed egli rispose: Sì, signore; ma non andò. Rivoltosi al secondo, gli disse lo stesso. Ed egli rispose: Non ne ho voglia; ma poi, pentitosi, ci andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Dicono: «L’ultimo». E Gesù disse loro: «In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. È venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, pur avendo visto queste cose, non vi siete nemmeno pentiti per credergli

Commento al Vangelo di oggi:

Il tempo dell’Avvento è anche tempo di «penitenza». Il concetto di «penitenza» non è però quello di castigo: il peccato stesso è già un castigo. Gesù ci ha chiamati a «cambiare mentalità». Paenitere in latino significa essere sinceramente insoddisfatto, noi diremmo voler «ricercare la strada giusta per fare il bene». «Rivela la tua presenza / il tuo splendore mi catturi la vista / solo la tua bellezza vera / curerà il mal d’Amore». (san Giovanni della Croce).

nativity-392x294Davanti a Dio non è importante cosa si dice, ma cosa si fa. Il primo figlio è immagine del popolo di Israele, il quale con la bocca ha accettato l’alleanza con Dio, ma poi, in pratica, l’ha rifiutata. Invece, vi è una folla di persone fedeli la quale, pur non appartenendo ufficialmente al popolo eletto, ha dimostrato di avere maggior fede, in quanto ha creduto alle parole del figlio di Dio. Certo, è un popolo composto da personaggi alquanto particolari; sono pubblicani e prostitute, cioè peccatori pubblici lontani – almeno secondo la mentalità dell’epoca – dalla grazia di Dio. Invece essi hanno avuto un grande merito: hanno avuto il coraggio di credere nelle parole di Gesù e fidarsi della sua parola di perdono e di salvezza. I farisei, invece, non hanno accolto questa grossa opportunità.