Commento al Vangelo del giorno: 17 Luglio 2019 – Perché non farci piccoli?

Il Vangelo di oggi: Mt 11,25-27:

“Hai nascosto queste cose ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli”

gesu-e-i-bambiniIn quel tempo, Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».

Contemplo:

Signore non passare oltre:
Signore, non passare oltre senza fermarti alla mia tenda: ecco i nostri doni per fare festa con te. Signore, non passare oltre senza invitarci alla tua mensa: abbiamo bisogno di te perché la festa sia piena. Signore, non passare oltre senza condividere il nostro pasto: è povero e comune, ma la tua presenza lo rende ogni volta speciale. Signore, grazie per chi ha bussato alla nostra porta e venendo a visitarci ha portato in questa casa il tuo volto. Signore, grazie per chi ci ha aperto la sua porta e accogliendoci con le braccia aperteci ha mostrato il tuo sguardo. Signore, grazie per chi ha condiviso con noi il suo cibo e, saziando la nostra povertà, ci ha mostrato la tua generosità senza limiti.

Commento al Vangelo del giorno:

“Ti rendo lode, Padre, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli.”
Gesù esprime al Padre la sua compiacenza perchè non i sapienti e gli intelligenti, ma i piccoli hanno ricevuto il dono di riconoscere il mistero di Gesù. Solo chi non presume di sé può entrare nell’intimità del Signore.
Davanti a Dio siamo tutti piccoli, ma alcuni lo sono più di altri, perché più umili. E’ l’umiltà che permette a Dio di fare in noi cose grandi come in Mosè, come in Maria. L’ultimo grande “Eccomi”, che chiude l’antico testamento e apre il nuovo, lo ha pronunciato lei, la Madre di Gesù. Dio si rivela ai piccoli. Si racconta a loro perché sanno essere servitori fedeli. Quanto volte è capitato nella nostra vita di dire: non servo a niente, non servo a nessuno? Perché allora non farci servitori di Dio, perché non farci piccoli, perché non riconoscere la nostra piccolezza e aiutare Dio a fare di noi e del mondo qualcosa di speciale nella quotidianità di ogni giorno?