• Home »
  • Vangelo di oggi »
  • Commento al Vangelo del giorno: 21 Dicembre 2017 – Beata Colei che ha creduto alla parola del Signore

Commento al Vangelo del giorno: 21 Dicembre 2017 – Beata Colei che ha creduto alla parola del Signore

Il Vangelo di oggi: Lc 1,39-45

marie-ed-elisabetta-magnificatIn quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore».

Contemplo:

Tema il Signore tutta la terra
Signore fa’ che portiamo frutti di vera conversione per accogliere il tuo regno, che è vicino. Fa’ che tutta la terra tema il tuo nome e prepara nel nostro cuore la via al tuo Verbo che viene. Abbassa i monti dell’orgoglio, colma le valli della debolezza e della sfiducia. Abbatti le barriere dell’odio che dividono le nazioni, apri la strada alla concordia e alla pace.

Commento al Vangelo del giorno:

Appena ricevuto l’annunzio della nascita di Gesù, Maria senza indugio si mette in viaggio verso la casa della cugina Elisabetta, che pure come le ha detto l’angelo , nella sua vecchiaia, per grazia, ha concepito un figlio: Giovanni, destinato a diventare il Precursore del Messia. Mentre le due madri si salutano, anche i due bambini nei loro grembi si riconoscono. Giovanni sussulta di gioia e trasmette la sua esultanza ad Elisabetta che, ricolma di Spirito Santo, riconosce in Maria la Madre del suo Signore e la proclama beata per la sua fede. In loro si incontrano antico e nuovo Testamento; il tempo dell’attesa è compiuto; inizia il tempo della pienezza. Ma solo la fede apre a Dio la porta per venire tra noi.
Elisabetta, per opera dello Spirito, comprende una realtà fondamentale: Maria è beata perché ha creduto alla parola del Signore. Ciò significa che la Vergine di Nazaret non ha dubitato nemmeno per un istante sul fatto che quanto le aveva detto l’angelo potesse non essere vero; e questo, nonostante le promesse fattele andassero al di là di qualsiasi previsione umana. Certe volte, nella nostra vita, ci sembra che Dio non possa veramente amarci o mantenere le promesse che ci ha fatto, semplicemente perché ci sembra impossibile che egli si ricordi davvero di noi. Eppure, Maria sta a ricordarci che, quando si crede a Dio, non gli si pone nessun limite di azione nella nostra vita. Egli può davvero fare quello che vuole e perciò vediamo miracoli.