Commento al Vangelo del giorno: 24 Gennaio 2018 – Gesù non obbliga nessuno

Il Vangelo di oggi: Mc 4,1-20 (forma breve Mc 4,1-12)

parabola seminatore«Ascoltate. Ecco, uscì il seminatore a seminare. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada e vennero gli uccelli e la divorarono. Un’altra cadde fra i sassi, dove non c’era molta terra, e subito spuntò perché non c’era un terreno profondo; ma quando si levò il sole, restò bruciata e, non avendo radice, si seccò. Un’altra cadde tra le spine; le spine crebbero, la soffocarono e non diede frutto. E un’altra cadde sulla terra buona, diede frutto che venne su e crebbe, e rese ora il trenta, ora il sessanta e ora il cento per uno». E diceva: «Chi ha orecchi per intendere intenda!». Quando poi fu solo, i suoi insieme ai Dodici lo interrogavano sulle parabole. Ed egli disse loro: «A voi è stato confidato il mistero del regno di Dio; a quelli di fuori invece tutto viene esposto in parabole, perché: guardino, ma non vedano, ascoltino, ma non intendano, perché non si convertano e venga loro perdonato».

Commento al Vangelo del giorno:

L’entusiasmo è certamente una bella cosa, e spesso anche una ottima motivazione per compiere grandi cose. Purtroppo però esso non ha lunga durata, e scompare come neve al sole. Siccome Gesù conosce bene il cuore dell’uomo, narra questa parabola che è davvero un capolavoro: Gesù propone di riflettere sul destino del seme gettato in abbondanza dal seminatore ma che conosce alterne vicende. C’è posto per tutti i tipi di terreno, ed ognuno degli ascoltatori del Cristo può facilmente riconoscersi in uno di essi. Qui sta il bello: Gesù non obbliga nessuno a seguirlo o a fargli spazio nella sua vita ma gli atteggiamenti che egli descrive in questo brano sono facilmente riconoscibili anche nella nostra vita quotidiana.