Commento al Vangelo del giorno – 25 Settembre – Pietro rispose: «Il Cristo di Dio».

Il Vangelo di oggi: Lc 9, 18-22

chi e gesu

Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto». Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio». Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’uomo – disse – deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».

Commento al Vangelo di oggi:

È la missione di Pietro, degli Apostoli e di tutta la Chiesa di Gesù, «la casa di Dio», «il tempio di Dio». Tutti i cristiani, coscienti di essere «stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa, popolo che Dio si è acquistato » devono essere sempre pronti a rispondere non solo a parole ma con il proprio stile di vita «a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi» (1Pt 2,9; 3,15). La fede in Cristo Gesù, Figlio di Dio, richiede che il cristiano viva da figlio della risurrezione.

Chi è Gesù Cristo? Questa è una domanda che ogni persona affronta quando incontra Gesù Cristo. Per gli ebrei era uno dei profeti, o Giovanni il Battista, Elia o uno degli antichi profeti. Oggi molta gente direbbe che Gesù era un grande maestro, al livello di Gandhi, Maometto e Buddha. Molti arriverebbero a dire che è lui il più grande di tutti. Ma la verità è che Gesù è molto, molto di più. Egli è Dio, la Seconda Persona della Santissima Trinità, che si fece uomo per mostrarci le vie di Dio, e per salvarci dai nostri peccati. È vero che Gesù non dice espressamente di essere Dio, in questo passaggio, ma accetta la risposta di Pietro. Anche i suoi miracoli e i suoi insegnamenti lo confermano, e specialmente la sua morte e risurrezione. Essere un cristiano vuol dire credere che Gesù Cristo è Dio. Questa è la nostra caratteristica distintiva.