Commento al Vangelo del giorno: 27 Maggio 2019 – Lo Spirito che illumina i cuori

Il Vangelo di oggi:Gv 15, 26 – 16,4:

“Lo Spirito della verità darà testimonianza di me”

spirito santoIn quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi. Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio. E faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né me. Ma vi ho detto queste cose affinché, quando verrà la loro ora, ve ne ricordiate, perché io ve l’ho detto».

Contemplo:

La forza della resurrezione:
La Pasqua plasma il volto dei cristiani in volto di speranza, di coraggio, di misericordia, di audacia evangelica: la morte è stata vinta. Ormai non vi è più alcuna situazione umana “a cielo chiuso”. La Pasqua deve far “esplodere” il sepolcro del nostro cuore. La forza della risurrezione deve agire al centro del nostro essere, al centro della nostra libertà, al centro della nostra vita, al centro delle nostre scelte. Anche a ciascuno di noi è chiesto così: vivere capaci di credere nella risurrezione, vivere a partire dalla risurrezione. Vivere capaci di amare come Cristo ci ha amati: fino in fondo. Vivere capaci di sperare in Dio abbà, sempre. Allora sarà veramente Pasqua; allora la nostra vita sarà un dolcissimo annuncio di primavera.

Commento al Vangelo del giorno:

“Lo Spirito della verità darà testimonianza di me.” Lo Spirito Santo è il testimone di Gesù; alla sua testimonianza si associa quella degli apostoli e di tutti noi. E’ una testimonianza che facciamo con le parole e le opere, in mezzo alle persecuzioni che Gesù non ha mancato di predire ai suoi discepoli. La testimonianza coincide con il martirio.
Gesù non nasconde ai suoi discepoli i pericoli e le sofferenze che li aspettano, non vuole che si scandalizzino, cioè che inciampino e cadano lungo il cammino. Lo scandalo proviene dal vedersi perseguitati e contestati proprio dalle persone che ritenevamo più vicine a Dio, coloro che credono di rendere culto a Dio e scacciano i discepoli dalle sinagoghe. Il Signore Gesù, che ha sperimentato questo tipo di dolorosa persecuzione e incomprensione, offre ai suoi amici il dono dello Spirito Paraclito che illumina i cuori per discernere la verità e conservare la fede. Un importante aiuto che il Signore offre ai suoi è anche il dono del fare memoria: ricordare queste sue parole sarà una grande forza nell’ora della prova.