Commento al Vangelo del giorno – 29 Aprile 2017 – Imparate da me

Il Vangelo di oggi: Mt 11,25-30

In quel tempo Gesù disse: «Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te. Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare. Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».

Commento al Vangelo del giorno:

Santa Caterina da Siena e tutti i santi hanno imparato da Gesù, che si lascia crocifiggere, che sopporta gli insulti e l’abbandono, che non raccoglie la provocazione di scendere dalla croce, che muore come un malfattore e si lascia mettere in un sepolcro, dal quale però, come aveva predetto, esce risorto e «sempre vivo per intercedere a nostro favore» (cf Eb 7,25). Questo è il vero mistero dell’umile Gesù!