Commento al Vangelo del giorno: 29 Giugno 2019 – Tu sei Pietro

Il Vangelo di oggi: Mt 16, 13-19:

”Tu sei Pietro: a te darò le chiavi del regno dei cieli.”

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti ». Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

Medita:

Festeggiamo Pietro e Paolo, con la loro storia umana di povertà e ricchezza. Lasciatisi conquistare da Cristo e accettando di mettersi in cammino verso la vita nuova, sono giunti al dono totale di sé verso il martirio. Scelti per una missione speciale, l’hanno compiuta con fedeltà. Anche noi crediamo grazie al loro fondamentale insegnamento. Pietro, la roccia, lo è realmente: colui sul quale la Chiesa è edificata nella fede e nella carità. Paolo, che significa piccolo, è però, così grande da essere, per eccellenza, l’apostolo delle genti. Rinnoviamo la nostra gratitudine perché hanno rinnovato il mondo con il loro si a Cristo e il loro amore infuocato. Siamo grati per gli apostoli di oggi, per il papa e i vescovi, per quelli che ovunque danno la vita e sono testimoni di Cristo, il Figlio del Dio vivente.