Commento al Vangelo del giorno: 29 Novembre 2017 – Vi darò parola e sapienza

Il Vangelo di oggi: Lc 21,12-19

Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome. Questo vi darà occasione di render testimonianza. Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò lingua e sapienza, a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere. Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; sarete odiati da tutti per causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.

Contemplo:

Vi darò parola e sapienza
Spesso ci preoccupa il modo di «dare testimonianza» davanti al mondo con le nostre parole, più che con la nostra vita. La Chiesa ricorda le parole di Gesù: «Non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi» (Mt 10,20) e tutti sappiamo che se «nemmeno un capello del nostro capo andrà perduto», a maggior ragione nemmeno andrà perduta una parola detta con amore, «con dolcezza e rispetto, per testimoniare a tutti la speranza che è in noi» (cf 1Pt 3,15-16)

Gesù approfitta per dire ai suoi discepoli quale sorte li attende. Essi non devono farsi illusioni, perché ciò che li aspetta è la persecuzione, il tradimento e persino la morte. Ma essi non devono spaventarsi, perché il Signore li chiama a un atteggiamento che permetterà loro la salvezza: la perseveranza. Anche tu avrai certamente sperimentato che essere fedeli al Signore spesso implica pagare di persona e subire anche delle persecuzioni. Ma guai a scoraggiarsi! Egli, in realtà, ti dona tutte le grazie che ti servono per vivere in pienezza la tua fede: da parte tua devi fare di tutto per restare fedele alla sua Parola, costi quel che costi. Se ti comporti così, vedrai presto come la tua perseveranza porterà frutto non solo per te, ma anche per gli altri.