In Cristo Verità

fede-in-dioChi è fedele nelle piccole cose lo sarà anche nelle grandi». (Lc 16, 10)
Se la Scrittura insegna a far bene le cose piccole, questa è proprio la caratteristica di chi altro non fa, con tutto il cuore, che ciò che Dio gli chiede nel presente. Se uno vive il presente, Dio vive in lui, e se Dio è in lui, in lui è la carità. Chi vive il presente è paziente, è perseverante, è mite, è povero di tutto, è puro, è misericordioso perché ha l’amore nella sua espressione più alta e genuina; ama veramente Dio con tutto il cuore, tutta l’anima, tutte le forze; è illuminato interiormente, è guidato dallo Spirito Santo e quindi non giudica, non pensa male, ama il prossimo come se stesso, ha la forza della pazzia evangelica di «porgere l’altra guancia», di «andare per due miglia…» (cf. Mt 5, 41). È nell’occasione spesso di «rendere a Cesare quel che è di Cesare» (cf. Mt 22, 21) perché in molti momenti dovrà vivere pienamente la sua vita come cittadino… E così via. Insomma, se chi vive il presente è nella Via e nella Vita, è anche nel Cristo Verità. E ciò sazia l’anima, che sempre anela a possedere tutto in ogni attimo della sua esistenza.