Il perdono offerto in monetine

digiuno e astinenza

Il perdono non va praticato esclusivamente nelle grandi occa­sioni, in presenza di episodi gravemente offensivi.

Certe vendette si consumano spesso con piccole cattiverie, in­differenza ostentata, atteggiamenti di gelida compostezza che maschera il rifiuto o il disprezzo dell’altro, scavando a poco a poco distanze quasi impercettibili all’inizio ma che vanno dilatan­dosi sempre più, rifiutando il saluto a chi si è macchiato del gra­ve torto di non pensarla come noi.

L’opposto del perdono non è sempre la vendetta clamorosa. Può essere semplicemente la meschinità, la grettezza.

Dobbiamo imparare a offrire perdono con delle monetine, da tenere sempre in tasca, e da utilizzare prontamente per ogni mi­nuscola occasione.