La via dell’ordinario

non di solo paneEcco nuovamente il tempo ordinario. È il tempo nel quale la chiesa ci invita a vivere il mistero di Cristo che si dipana attraverso i giorni e i mesi dell’anno. Non dobbiamo pensare che sia un tempo meno importante rispetto agli altri: Gesù infatti ci chiama a compiere un cammino interiore che ci aiuti a riscoprire l’ordinarietà e la semplicità delle piccole cose, degli eventi che segnano lo scorrere quotidiano della vita. La santità, come dice santa Teresa di Gesù Bambino, si realizza “nel fare la sua volontà, nell’essere come vuole lui”. Gesù chiama alcune anime a compiere grandi cose, gli affida compiti e missioni di particolare importanza; ma la stragrande maggioranza è chiamata a santificarsi attraverso l’umiltà della quotidianità. Un esempio concreto di questa spiritualità che cirende grandi davanti a Dio è quella di San Martino de Porres, religioso mulatto dell’Ordine dei Predicatori che, pur essendo medico, consumò la sua vita nella portineria del convento e tra i poveri. Dice di lui San Giovanni XXIII: “San Martino praticava con molto impegno e diligenza il comandamento dell’amore, dato dal divino Maestro. Perciò trattava i fratelli con quella viva carità che gli nasceva da una fede incrollabile e da una profonda umiltà. Amava gli uomini, perché li stimava sinceramente come figli di Dio e fratelli suoi; anzi li amava più di se stesso, poiché con l’umiltà che aveva, riteneva tutti più onesti e migliori di sé. Scusava i difetti degli altri, e perdonava le offese più aspre, essendo persuaso che, per i peccati commessi, era degno di pene molto più gravi. Con ogni zelo si sforzava di ricondurre i colpevoli sulla buona via. Assisteva gli ammalati con affabilità. Ai più poveri procurava cibo, vestiti, medicine. Sosteneva, per quanto era in suo potere, i contadini, i negri e i mulatti, allora considerati cosa spregevole. Dava loro ogni aiuto e si prodigava per essi con premura, tanto da meritare di essere chiamato dal popolo «Martino della carità»”. San Martino, come Teresa di Gesù Bambino, ci indica la piccola via per diventare amici del Signore, la via del Tempo ordinario.