L’angolo della spiritualità – C’è misericordia e misericordia.

untitled

C’è misericordia e misericordia. La pratica delle opere di misericordia corporali e spirituali, come “dar da mangiare agli affamati e dar da bere agli assetati, consolare gli afflitti”, alimenta e rafforza la vita. Ma c’è una misericordia di disegno diverso. Per secoli si soleva chiamare “misericordia” anche il piccolo pugnale col quale si dava il colpo di grazia al nemico ferito. Una “misericordia” dal contenuto equivoco. Come quella “comprensione” che vorrebbe ammorbidire le parole esigenti del Vangelo;    come il “buonismó’ che lascia correre tutto per rispetto delle persone senza nemmeno praticare la correzione fraterna; come quell’indulgenza dei genitori che evitano ogni difficoltà ai figli, sen; prepararli ad affrontare le difficoltà della vita. Come quella misericordia che non pratica prima la giustizia… Quante misericordie di questo tipo stanno affollandosi nelle vicinanze della vita, dall’inizio alla fine! “Diffidare delle imitazioni”!