L’angolo della spiritualità – Una carità delicata

blessedcharlesdefoucauldParole semplici ma quanto mai impegnative quelle messe sulla carta da Charles de Foucauld (1858-1916, proclamato beato il 13 novembre 2005): «Sforziamoci di avere un’infinita delicatezza nella nostra carità. Non limitiamoci ai grandi servizi, ma coltiviamo quel­la tenera delicatezza capace di curare i dettagli e che sa riversare con gesti da nulla tanto balsamo nei cuori.

«Entriamo, con coloro che vivono accanto a noi, nei piccoli det­tagli della loro salute, della loro consolazione, delle loro preghiere, dei loro bisogni. Consoliamo, rechiamo sollievo con le attenzioni più minute. Anche noi, per quanto ci è dato, dobbiamo sforzarci di somigliare a Gesù, passando per le vie di questo mondo santifican­do, consolando, recando sollievo il più possibile agli uomini».

Programma “minimalista”? Basta provare ad attuarlo, per ren­dersi conto che sono proprio le “minime cose”, i più piccoli dettagli a risultare estremamente impegnativi oltre che utili.