Le tisane dell’attesa: menta piperita

Anche per dire parole vere e belle c’è bisogno di coraggio.

In quei giorni, il Signore parlò ad Àcaz: «Chiedi per te un segno dal Signore, tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure dall’alto». Ma Àcaz rispose: «Non lo chiederò, non voglio tentare il Signore». (Isaia 7,10)

Anche per dire parole vere e belle c’è bisogno di coraggio. Il coraggio di leggere la propria vita come un’occasione meravigliosa di crescita. Nonostante le paure e le difficoltà.

In fin dei conti, non si può aspettare niente di vero e di bello se non si sanno pronunciare parole positive e autentiche. Insomma: anche la nostra gola ha bisogno di un pronto intervento. Solo così le nostre attese sapranno di speranza.

Allora oggi ci dedichiamo una bella tisana di menta piperita. Ne avrebbe avuto un gran bisogno anche il nostro re Acaz. Perché la menta piperita, depurando, dona un alito piacevole.

L’alito piacevole è il segno di parole piacevoli. E la verità è sempre piacevole. Anche quando scomoda, incalza e chiede di ripensare le proprie sicurezze.

Acaz non ha saputo rischiare nella relazione con Dio. Ha usato parole che avevano il cattivo odore della menzogna. E, per giunta, a gran volume. Ma noi abbiamo la menta piperita dell’autenticità. E dobbiamo farne scorta.

Allora oggi non può mancare una tazza fumante di questa tisana. Meglio di ogni altra cosa, ci abiliterà a parlare rettamente. Offri una tazzadi menta piperita a chi non sa più parlare d’amore! E sia il tuo parlare stesso un infuso di verità e positività, capace di far gioire il cuore col suo profumo di purezza!