Lettura spirituale: LA NOSTRA FACCIA

LA NOSTRA FACCIA

Ernesto Olivero


La vita quando è vera ti cambia. Cambia il tuo carattere, cambia il tuo modo di pensare, di vedere, di sentire. Se accettiamo di farci incontrare, direi quasi di farci mangiare, dall’umanità che incontriamo, la nostra faccia avrà il calore di tutta la vita che l’ha attraversata. Avremo il volto di un bambino di strada, di una prostituta, di un uomo in fuga dal suo Paese. Avremo l’inquietudine dell’uomo del dubbio, del filosofo che indaga la vita e cerca la verità. Sentiremo nelle ossa il dolore di chi non vede un futuro, di chi non si dà pace. La nostra faccia sarà segnata di lacrime, perché un prigioniero, un rifugiato, un povero non saranno più estranei e i loro ricordi diventeranno anche i nostri ricordi. La nostra faccia avrà il sapore delle mille e mille storie che abbiamo condiviso, delle solitudini che abbiamo fasciato, della sofferenza che abbiamo accolto. Ma la nostra faccia parlerà anche di speranza, dell’incontro con Dio, del senso di tutto che si fa strada anche nel buio. La nostra faccia sarà brasiliana, curda, palestinese, libanese, italiana. Mai straniera in nessun luogo. La nostra faccia avrà l’ingenuità di un bimbo e l’indomabilità di un lottatore. Sarà una faccia nuova.