Lettura spirituale: Nei disegni dell’eternità

Lettura spirituale

Nei disegni dell’eternità

di H.D Lacordaire

 

Se noi entriamo con cuore docile nella Scrittura cam­mineremo di chiarezza in chiarezza sotto il firmamento della Parola sacra, rallegrandoci con essa nei disegni dell’eternità che si scoprono ai nostri occhi, ammirando via via Gesù Cristo che si avvicina, aspettandolo con i patriarchi, vedendolo venire con i profeti. In questa luce il cristiano attinge una comprensione della vita che nessuna esperienza potrebbe dargli. Dio non si allontana mai dalla sua opera. Si siede sotto la tenda di Abramo, quasi viandante stanco del cammino, come scende sulla vetta del Sinai tra le folgori che annunziano la sua presenza (…). Tutto è pieno di lui. E possibile ritornare da un tale pellegrinaggio senza sentirsi commossi? È possibile, per chi ha seguito queste tracce alla luce della fede, non tornare migliore? La Bibbia è la sorgente profonda delle consolazioni dell’umanità, la bocca di Dio che parla al suo cuore; e, al di sopra di tutto, essa è il Cristo Figlio di Dio che le ha dato la salvezza.