lettura spirituale: Sulla polverosa strada

1412267992[1]

Signore sono sulla polverosa strada di un’esistenza toccata dall’esperienza della disillusione: ho speso tanti soldi cercando conforto e salvezza nelle cose di questo mondo, affidandomi al potere degli uomini che ti fanno sperperare il patrimonio della figliolanza divina. Ora sono sulla strada, piegato dal peso del mio peccato, all’ombra di un male ben più tremendo dell’emorragia della donna del Vangelo, un male che pietrifica il cuore, che non ti permette di amare; sono all’ombra del mio egoismo. Ti sto aspettando; so che passerai anche sul mio polveroso sentiero. Non so quando, ma sono certo che tu passerai. Non pretendo che tu ti fermi da me: mi basta toccare il lembo del tuo mantello, della tua misericordia. E allora nel mio cuore risuonerà la parola che tanto attendo, quella che mi salva: «Figlio, la tua fede ti ha salvato. Và in pace e sii guarito dal tuo male».

don Luciano Vitton Mea