Meditazione del giorno: UNA PORTA APERTA – 15/09/2017

Io conosco le tue opere. Ecco, io ti ho posta dinanzi una porta aperta, che nessuno può chiudere, perché pur avendo poca forza, hai serbata la mia parola, e non hai rinnegato il mio nome.” (Apocalisse 3:8)

UNA PORTA APERTA

 

Un muro invalicabile separa l’uomo da Dio. Il peccato ha generato inimicizia con il Signore e tiene l’uomo lontano da lui. Puoi percorre in lungo e in largo questo muro, non vi troverai via d’accesso, non lo potrai demolire con nessuna opera buona, nessuna religione possiede i mezzi per fartelo oltrepassare. Ma Dio, nel Suo infinito amore, ha voluto aprire una porta in questo muro, essa è una sola: Cristo Gesù (cfr. Giovanni 10:7). Se desideri conoscere il Signore, se hai bisogno del Suo aiuto, se vuoi avere comunione con Lui, sappi che Egli ti ha posta dinanzi una porta aperta, il Suo Figlio Gesù il quale sta aspettando che tu entri; o lo fai o resterai fuori! L’unico che apre questa porta è Colui che è stato immolato per il peccatore, nessun altro ha questo potere e tantomeno Egli ha delegato altri a farlo. Passare per essa significa essere salvati, godere una vita ricca delle sue benedizioni (cfr. Giovanni 10:10), avere accesso nella vita eterna dopo la morte. Come ogni porta separa due ambienti, passare per essa vuol dire anche lasciare qualcosa per ricercane altre; la vecchia vita che Dio non gradisce per abbracciare quella nuova da Lui donata; cercare fedeltà e ubbidienza, aspettare con gioia la prossima venuta di Gesù. Cristo è la porta che Dio ti ha posta dinanzi, accettaLo e troverai salvezza.