Percorso di quaresima – 30 giorno – venerdi

«Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita» (Gv 9,1).

Per pregare
Signore Gesù, quando passerai ancora per le strade talora così buie della nostra umanità e poserai i tuoi occhi luminosi sulle nostre cecità? Ti preghiamo di passeggiare ancora in mezzo alle nostre infermità, come fossero il tempio della misericordia in cui ciascuno possa trovare grazia. Il solo pensiero che tu ci possa vedere, quando noi non riusciamo a scorgere più nulla capace di dare alla nostra vita un futuro, ci rincuori. La certezza che la tua presenza accanto a noi possa cambiare ciò cui siamo abituati sin dalla nascita è fonte di una speranza capace di resistere alla prova e all’usura del tempo. E allora ritorna, passa ancora! Vedi, guardaci ancora! Donaci la possibilità di una nuova nascita. Kyrie eleison!
Per sperare
lasciarsi-guardare-da-gesùIl testo evangelico non lo dice espressamente, eppure è evidente che se è vero che il Signore «passando vide », è altrettanto vero che quel cieco si lasciò profondamente vedere, guardare, illuminare e guarire. Non raramente ci lamentiamo del fatto che nessuno ci veda, che nessuno abbia occhi e attenzione per noi e per i nostri bisogni. Non di meno, spesso dimentichiamo che dipende anche da noi che uno sguardo possa essere realmente efficace per la nostra vita. Lasciamoci guardare, accettando di lasciarci trasformare e guarire.