Percorso di Quaresima – 8° giorno – giovedi

«Una nube luminosa li coprì con la sua ombra» (Mt 17,5).

Per pregare
Signore Gesù, nel glorioso e tremendo mistero della tua passione, alla cui contemplazione il tempo di grazia quaresimale prepara il nostro cuore, la tenebra si farà talmente densa da darci l’impressione di essere diventati ciechi. Riconoscere sul Calvario la luce della tua gloria umiliata e crocifissa non è mai facile. Eppure è là che il silenzio del Padre rivelerà, nell’impotenza più inquietante, la forza invitta dell’amore che si dona senza misura. Fa’ soffiare la brezza del tuo Spirito nella nube dello smarrimento, perché le ombre della vita non ci facciano sentire disorientati e abbandonati, ma dolcemente accompagnati. Kyrie eleison!
Per sperare
serenitaNon bisogna mai dimenticare che l’atmosfera abituale in cui si consuma il cammino della nostra vita è la penombra della normalità e del quotidiano. Temere le ombre significa inseguire l’immagine di una vita senza profondità e senza spessore. L’ombra della luce è ciò che ci permette, giorno dopo giorno, di costruire la nostra esistenza nella tridimensionalità della fede, della speranza, dell’amore. È al cuore di ciò che si richiede un di più di attenzione che si consuma la bellezza e l’esigenza di ogni autentica relazione.