Tutto si gioca in una manciata di minuti

È il Viandante. Riesci a inquadrare la sua figura in movimento nell’istante in cui passa. Un’attesa interminabile. Hai sgranato il rosario senza fine di notti trascorse nel buio più fitto, aghi gelidi che ti si conficcavano negli occhi arrossati, una fatica per non lasciar cadere le palpebre appesantite dal sonno. Poi tutto si gioca in pochi attimi. Lui passa. Un istante. Dopo, o sei con Lui, oppure ti ritrovi nel vuoto. Il fuoco è spento. L’attesa conclusa. E tu hai perso la grande occasione. Unica. Irrepetibile. Devi metterti bene in testa: non aspetti uno che arriva, ma Qualcuno che passa. Vigilare non significa essere disponibili a ricevere il personaggio illustre in visita ufficiale o di cortesia, ma essere pronti a partire. La porta dev’essere spalancata non per far entrare, ma per permettere di uscire.

di Alessandro Pronzato