Site icon Non di Solo Pane

IL VANGELO DEL GIORNO – venerdì 4 AGOSTO

amore eterno

Mt 13, 54-58

In quel tempo Gesù, venuto nella sua patria, insegnava nella loro sinagoga e la gente rimaneva stupita e diceva: «Da dove gli vengono questa sapienza e i prodigi? Non è costui il figlio del falegname? E sua madre, non si chiama Maria? E i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? E le sue sorelle, non stanno tutte da noi? Da dove gli vengono allora tutte queste cose?». Ed era per loro motivo di scandalo. Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria e in casa sua». E lì, a causa della loro incredulità, non fece molti prodigi.

Parola del Signore

Contemplo

L’amore è fatto per crescere, e per far crescere. L’amore non si può fermare, non si può stringerlo forte per chiuderlo nella nostra casa, al sicuro e ben nascosto: chiede di prendere vita in gesti veri, vuole essere parte viva dei giorni, soffio e respiro di ogni creatura. L’amore che vuole chiamarsi cristiano è un pane che non si esaurisce mai, a patto che lo si condivida con gli altri, viandanti come noi. Non c’è tempo per discutere, disquisire sui grammi da spartire: si dà senza risparmio, e si riceve centuplicato il bene, all’improvviso c’è pane per tutti e tutti hanno qualcosa da dare, fosse anche solo un grazie, un sorriso.

Aiutaci a sfamarli, basta 1€ per sostenere le campagne di Non di Solo Pane

Commento al Vangelo di oggi

Ancora una volta il vangelo, la buona notizia di Gesù, ci mette in guardia dalla tentazione di circoscrivere la conoscenza di Dio negli angusti confini delle nostre opinioni più razionali. La mancanza di stupore davanti alla realtà e al mistero del volto dell’altro porta facilmente al pregiudizio e alla banalizzazione: questo atteggiamento assolutizza un dettaglio e ne fa la dimostrazione della nostra teoria. I compaesani di Gesù dubitano che uno di loro possa eccellere per sapienza. Anche a noi, spesso, accade così: quando la vita smentisce le nostre convinzioni, quando la familiarità che abbiamo con Dio ci fa esser certi di conoscerlo, dubitiamo che Dio abbia qualcosa a che vedere con quella realtà.

E, invece, la realtà è Cristo!

   

il Podcast di don Luciano

 
Exit mobile version