Commento al Vangelo del giorno: 03 Agosto 2020 – Sono io, non abbiate paura

Il Vangelo di oggi: Mt 14,22-36

gesu-cammina-sulle-acqueDopo che la folla ebbe mangiato, subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, finché non avesse congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo. La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». Ed egli disse: «Vieni!». Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma, vedendo che il vento era forte, s’impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?». Appena saliti sulla barca, il vento cessò. Quelli che erano sulla barca si prostrarono davanti a lui, dicendo: «Davvero tu sei Figlio di Dio!». Compiuta la traversata, approdarono a Gennèsaret. E la gente del luogo, riconosciuto Gesù, diffuse la notizia in tutta la regione; gli portarono tutti i malati e lo pregavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello. E quanti lo toccarono furono guariti.

Contemplo:

Amore che non conosce misura:
Mi hai detto: “Tu sei il mio Paradiso”. Non ti sembra di esagerare Signore? Mi sembra così grande quello che dici. Non sono forse io quello che ti ho abbandonato, quello che ti ho crocifisso? Come dunque puoi dirmi che io sono la tua gioia? Inconcepibile mi appare ogni giorno di più il tuo amore per me. Non so crederlo e tuttavia mi dice: “Porta a tutti gli uomini e ai miei fratelli questo messaggio di amore.” Ti chiedo una fede grande come grande è il tuo amore, perché io possa vivere anche in questa mia vita la verità delle parole che tu mi hai detto. O Signore mio Dio, non posso credere che quanto dici non sia vero, ma allora ti chiedo che nessuna prova, nessuna difficoltà e anche nessuna infedeltà mi impedisca di fidarmi di te, di lasciare che tu mi ami di un amore che non conosce misura.

Commento al Vangelo del giorno:

E’ così: la storia, frequentemente, non è fatta di profezia di pace, anzi chi presume di offrirci un mondo edulcorato e luccicante di benessere per tutti spesso ci consegna menzogna e disillusione. Noi siamo in mezzo a un mare in tempesta, con il vento contrario, siamo sfiniti dal remare. Siamo come agnelli in mezzo ai lupi con la sola certezza che colui che ci ha costretti a salire sulla
barca è sul monte, in preghiera, solo. Combatterà l’ultima battaglia per noi e poi ci parlerà: coraggio, sono io, non abbiate paura. Viene e ci tende la mano. Quanta poca fede, mio Dio, quanto ancora ci è necessario imparare da quei piccoli che ti sfiorano il mantello con la loro fede che salva!