Commento al Vangelo del giorno: 06 Luglio 2020 – Contare unicamente su Dio

Il Vangelo di oggi: Mt 9,18-26

aiutare-gli-altriIn quel tempo, mentre Gesù parlava, giunse uno dei capi, gli si prostrò dinanzi e disse: «Mia figlia è morta proprio ora; ma vieni, imponi la tua mano su di lei ed ella vivrà». Gesù si alzò e lo seguì con i suoi discepoli. Ed ecco, una donna, che aveva perdite di sangue da dodici anni, gli si avvicinò alle spalle e toccò il lembo del suo mantello. Diceva infatti tra sé: «Se riuscirò anche solo a toccare il suo mantello, sarò salvata». Gesù si voltò, la vide e disse: «Coraggio, figlia, la tua fede ti ha salvata». E da quell’istante la donna fu salvata. Arrivato poi nella casa del capo e veduti i flautisti e la folla in agitazione, Gesù disse: «Andate via! La fanciulla infatti non è morta, ma dorme». E lo deridevano. Ma dopo che la folla fu cacciata via, egli entrò, le prese la mano e la fanciulla si alzò. E questa notizia si diffuse in tutta quella regione.

Contemplo:

Il compagno:
Signore Gesù, compagno di viaggio, compagno di questa vita ricca di gioie, di sorprese, di amici, di affetti, manda su di noi il tuo Spirito perché possiamo accoglierti in modo pieno, totale, assoluto. Signore Gesù, compagno di viaggio, compagno di questa vita a volte superficiale, a volte solitaria, a volte triste, aiutaci ad accoglierti al nostro fianco e a camminare con te sui sentieri che tu vorrai indicarci.

Commento al Vangelo del giorno:

La tua fede ti ha guarita: ancora una volta è la fede la protagonista del brano di Matteo.
Le persone credono nel potere di guarigione di Gesù, lo cercano, lo toccano, gli parlano, non hanno dubbi sanno che Gesù è attento alle loro esigenze, sanno che Gesù porta guarigione e salvezza… e Gesù non li delude. Anzi la donna addirittura crede che sia sufficiente anche soltanto toccare il suo mantello per ottenere il miracolo, per guarire. Questa è fede. Gesù ci dice che se avremo fede quanto un granello di senape potremo spostare le montagne. Fede semplice, scevra da ogni infrastruttura, da ogni condizionamento, da ogni calcolo umano, da ogni cosa che possa frenare la comunicazione d’amore fra Dio e l’uomo. Aver fede significa renderci conto della nostra impotenza, proclamare la nostra fiducia in Dio. Fede è il rifiuto di contare su se stessi per contare unicamente su Dio.