Commento al Vangelo del giorno: 11 Maggio 2020 – L’aiuto quotidiano per essere testimoni di Cristo

Il Vangelo di oggi: Gv 14,21-26

amore aiutoIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui». Gli disse Giuda, non l’Iscariòta: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo? ». Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

Contemplo:

Maria nostra madre:
Ecco quello che Maria vuol continuare a fare con te. Con te a casa tua vuole amarti perché sei suo figlio. Vuole esprimerti la sua tenerezza, vuole precederti nel tuo cammino e nei tuoi desideri, vuole nutrirti, vuole trasformare il tuo essere che deve crescere e per mezzo della linfa divina, la grazia santificante, vuol vedere emergere in te i lineamenti dell’infinita bellezza divina, perché è giusto che un figlio assomigli a suo padre e a sua madre. Maria vuole essere responsabile della tua vita e del tuo futuro. Tra te e Maria esiste un legame concreto e profondo: tu sei suo figlio ed ella ti deve fare da madre a tutti gli effetti, sulla terra e in cielo.

Commento al Vangelo del giorno:

“Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui”.
“Lo Spirito Santo vi insegnerà ogni cosa”.
Il dono dello Spirito viene in aiuto ai discepoli che devono continuare l’opera evangelizzatrice del maestro. E’ un evento che ci riguarda personalmente e comunitariamente in un tempo in cui la chiesa soffre persecuzione e martirio. Invochiamo il dono dello Spirito Santo perché ci venga in aiuto ogni giorno e ci insegni quello che dobbiamo fare per essere autentici testimoni dell’amore di Cristo. La liturgia di oggi ci aiuta a comprendere la rivelazione dell’amore di Dio per l’umanità attraverso l’osservanza dei comandamenti e si rende concreta nell’unico precetto dell’amore. Chi è disponibile all’amore è il vero discepolo e rivela la presenza di Cristo ai fratelli.