Commento al Vangelo del giorno: 13 aprile 2021 – La vita viene dall’alto

Il Vangelo di oggi: Gv 3,7-15

 

In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito». Gli replicò Nicodèmo: «Come può accadere questo?». Gli rispose Gesù: «Tu sei maestro di Israele e non conosci queste cose? In verità, in verità io ti dico: noi parliamo di ciò che sappiamo e testimoniamo ciò che abbiamo veduto; ma voi non accogliete la nostra testimonianza. Se vi ho parlato di cose della terra e non credete, come crederete se vi parlerò di cose del cielo? Nessuno è mai salito al cielo, se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell’uomo. E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna».

Contemplo:

Essere con Cristo
Possiamo custodire fin d’ora, in attesa che si compia la promessa della risurrezione della carne, la libertà del corpo da tutto ciò che è falso, volgare, avido, violento. La fede nella risurrezione finale ci aiuta a valorizzare e amare il tempo presente e la terra. La vigilanza cristiana, illuminata dall’orizzonte ultimo, non è fuga dal mondo, bensì capacità di vivere la fedeltà alla terra e al tempo presente nella fedeltà al cielo e al mondo che deve venire. Nella luce della Pasqua, i novissimi—morte, giudizio, inferno, purgatorio, paradiso e risurrezione della carne– sono tutte forme dell’essere con Cristo promesso e donato all’abitatore del tempo, che si configura a seconda del rapporto che si stabilisce tra ogni persona umana e il Signore Gesù.

Commento al Vangelo:

«Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito». Come non meravigliarsi quando Gesù dice a Nicodemo: “Dovete nascere dall’alto”? Anche noi ci domandiamo come possa accadere questo e cosa significhi “nascere dall’alto”. Gesù non ci lascia senza risposte: suscita domande proprio perché possiamo ascoltare e mettere in pratica le sue risposte. Le parole di Gesù sono un invito per Nicodemo e per noi a collocarci su un livello più profondo. L’uomo per approdare a una fede adulta e aderire a Gesù non può rimanere sul piano della legge antica, che non è generatrice di vita, ma deve lasciarsi generare da Dio, perché la vita viene dall’alto. Dobbiamo imparare a essere umili davanti al mistero, farci piccoli davanti all’unico maestro, che è Gesù. Come lui dobbiamo metterci in ascolto silenzioso e adorante dello Spirito di Dio.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker