Commento al Vangelo del giorno: 15 Luglio 2021 – Venite a me…

ll Vangelo di oggi: Mt 11,28-30

venite a meIn quel tempo, Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero.

Contemplo:

Attesa
Nell’attesa della tua venuta: al cuore della celebrazione eucaristica, queste parole ricordano al cristiano un elemento costitutivo della sua identità di fede: l’attesa della venuta del Signore. Certo nei tempi del “tutto e subito” parlare di attesa può rischiare l’impopolarità e l’incomprensione totale; a molti attesa appare come sinonimo di de-responsabilizzazione. In realtà il cristiano, che non si lascia definire semplicemente da ciò che fa, ma dalla relazione con il Cristo, sa che il Cristo che egli ama e in cui pone la fiducia è il Cristo che è venuto, che viene nell’oggi e che verrà nella gloria.

Commento al Vangelo del giorno:

“Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro.” Le parole di Gesù sono portatrici di un messaggio che va oltre le nostre situazioni concrete, e tuttavia le riguarda. Non si tratta di norme o divieti, ma di aver parte a lui, medico delle anime e dei corpi, ricco di grazia e di misericordia. Si è così “aggiogati” a lui, l’aratore che prepara il terreno per la semina. L’immagine del gioco rimanda in prima istanza, ai buoi uniti nello sforzo della aratura, e perciò alla condivisione della fatica nel campo dell’amore compassione vole ed attivo che traccia il solco, prepara per la semina della parola che porterà molto frutto, secondo la parabola. Non è un’immagine di vincolo, di peso, di schiavitù ma di condivisione, di aiuto e sostegno. Inoltre l’immagine ci richiama la collaborazione, nell’umiltà del cuore.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker