Commento al Vangelo del giorno: 18 Febbraio 2021 – La promessa di una vita per sempre

Vangelo-GesùIl Vangelo di oggi: Lc 9,22-25

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell’uomo deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e
dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno». Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà. Infatti, quale vantaggio ha un uomo che guadagna il mondo intero, ma perde o rovina se stesso?».

Contemplo:

Tu sei tutto il mio prossimo
Non riesco mai a vederti completamente. Sono sicuro che sei mio ospite, ma nn conosco ancora la tua faccia. Tu ti presenti sempre con la fisionomia del mio prossimo. Ecco perché è così difficile amarti. Se c’è una persona antipatica tra i miei ospiti tu prendi la sua maschera perché cessi di essere antipatica, ma intanto comprometti il tuo amore. Se c’è un nemico tu prendi la sua maschera perché cessi di essere nemico, ma intanto diventa difficile la tua attrattiva. Lo so perché non appari con il tuo volto, perché se ti vedessimo, o Dio, noi non vivremmo più sulla terra, ma avremmo raggiunto il tuo Regno. Se ti vedessimo non saremmo più liberi perché il fascino della tua bellezza ci determinerebbe su un’unica strada. Invece, presentandoti anonimo, tu mi aiuti a conquistare tutti i miei fratelli al mio amore. Pertanto la loro maschera mi aiuta ad amarli e a ingrandire la tua famiglia. A prezzo del tuo anonimato tu porti un po’ di luce sul volto del mio prossimo e io riesco ad amare quelli che non potevo amare.

 

Commento al Vangelo del giorno:

Quaresima, tempo favorevole per scegliere o, forse, riscegliere. La vita e il bene o la morte e il male? La benedizione o la maledizione? Dio ci pone davanti le scelte negative perché possiamo essere liberi, ma non ci lascia soli, ci incita: “Scegli dunque la vita”. Una volta scelto non si deve guardare indietro, ma continuare ad ascoltare e non lasciarsi trascinare verso gli idoli morti. Gesù, nel Vangelo, è molto chiaro: salvare la vita per perdersi o perdersi per vivere veramente? Lui, che è la nostra vita, preannuncia quale sarà il suo percorso, l’unico sul quale possiamo trovare le sue orme e seguirle. Il Figlio dell’uomo dovrà soffrire, essere rifiutato, venire ucciso, ma l’ultima parola è la promessa di una vita per sempre, è la risurrezione!

L’audio commento di don Luciano:

 

 

 

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker