Commento al Vangelo del giorno: 27 Luglio 2020 – Ogni piccolezza è luogo di crescita

Il Vangelo di oggi: Mt 13,31-35

regno di Dio come lievito
SAMSUNG CSC

In quel tempo, Gesù espose alla folla un’altra parabola, dicendo: «Il regno dei cieli è simile a un granello di senape, che un uomo prese e seminò nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande delle altre piante dell’orto e diventa un albero, tanto che gli uccelli del cielo vengono a fare il nido fra i suoi rami». Disse loro un’altra parabola: «Il regno dei cieli è simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata». Tutte queste cose Gesù disse alle folle con parabole e non parlava ad esse se non con parabole, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta: «Aprirò la mia bocca con parabole, proclamerò cose nascoste fin dalla fondazione del mondo».

Contemplo:

Cammino di libertà:
Il cammino, che tu Signore, hai tracciato per me è un cammino di libertà. Tu desideri che sia io a decidere di mettere in gioco la mia intelligenza, i miei sentimenti, la mia capacità di amare; ma anche i miei limiti e le mie mancanze. Desideri che sia io a decidere di seguirti. A volte mi sento come quegli uomini semplici, ma pieni di coraggio per seguire la tua avventura. A volte vorrei nascondermi, a volte non sento la tua voce. A volte, invece, dovrei perdonare, ma non ne trovo il coraggio. Altre volte però anch’io sperimento la bellezza del sentirmi chiamato, accettato, capito, perdonato. E questo non solo da te, ma da fratelli e sorelle che riempiono la mia vita. Aiutami a vivere con decisione e prontezza questi momenti di grazia, a renderli preziosi nella mia vita.

Commento al Vangelo del giorno:

Siamo sempre tentati di credere che Dio ci chiede qualcosa di superiore alle nostre forze, che per rispondere dovremmo essere diversi da ciò che siamo, più forti, più buoni, più grandi…
Questa non è umiltà, ma bassa opinione di sé. Il Signore Gesù sceglie un granello di senapa, che è il più piccolo di tutti i semi, e un poco di lievito, che è meno di niente, come esemplari per annunciare che ogni piccolezza è luogo di crescita, chiamata a diventare ospitale e persino capace di dare ristoro e pane, per grazia e dono del suo amore.
Umiltà è riconoscere la capacità del Signore dentro la nostra pochezza; è affidarsi alla sua parola per aderire a lui come una cintura aderisce ai fianchi di un uomo, come cintura della sua vita. E così, uniti a lui, crescere, diventare grandi, ospitali.