Commento al Vangelo del giorno: giovedì 13 Ottobre – Convertirsi all’annuncio di tanti profeti

Il Vangelo di oggi: Lc 11,47-54

convertirsi-al-vangeloIn quel tempo, il Signore disse: «Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi.
Così voi testimoniate e approvate le opere dei vostri padri: essi li uccisero e voi costruite. Per questo la sapienza di Dio ha detto: “Manderò loro profeti e apostoli ed essi li uccideranno e perseguiteranno”, perché a questa generazione sia chiesto conto del sangue di tutti i profeti, versato fin dall’inizio del mondo: dal sangue di Abele fino al sangue di Zaccarìa, che fu ucciso tra l’altare e il santuario.
Sì, io vi dico, ne sarà chiesto conto a questa generazione.
Guai a voi, dottori della Legge, che avete portato via la chiave della conoscenza; voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare voi l’avete impedito».
Quando fu uscito di là, gli scribi e i farisei cominciarono a trattarlo in modo ostile e a farlo parlare su molti argomenti, tendendogli insidie, per sorprenderlo in qualche parola uscita dalla sua stessa bocca.

Contemplo: Santi della carità

I Santi che hanno vissuto la carità sono effettivamente un rimando alla misericordia del Padre.
La proclamano nello stile di gratuità della vita, nella capacità di servire, di mettersi a disposizione, nell’attenzione e nell’amore per i piccoli e per i poveri.
Sempre ed esclusivamente secondo l’unico servizio, che è quello del Figlio dell’Uomo.
Sempre ed esclusivamente per le stesse motivazioni di Dio che difende e ama l’uomo nel suo valore come tale, nel suo valore per quello che è; quindi indipendentemente dal fatto che sia importante agli occhi della sapienza umana, del giudizio umano. Il Signore considera ogni uomo, in quanto tale, senza classificazioni, senza cosificazioni.

Commento al Vangelo del giorno:

“….Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi….”
Nel corso della storia testimoni e profeti hanno parlato per raccontare che Dio aveva cura del popolo come un padre.
I capi del popolo, invece, hanno ucciso coloro che svelavano il suo vero volto perché toglieva loro il potere, figlio della paura di un dio vendicativo e tiranno.
“Guai!”; ma Gesù non minaccia vendetta, non maledice e nemmeno potrebbe, lui che è tutto il bene!
Gesù si rivolge ai dottori della Legge per metterli in guardia, per aprire loro gli occhi ed il cuore sulle conseguenze della loro condotta e delle loro chiusure che attirano solo guai, dentro e fuori.
Chiediamo al Signore occhi aperti e cuore pronto a convertirsi all’annuncio di tanti profeti che, anche oggi, il padre manda e che, come allora, a volte faticano a farsi ascoltare anche nella Chiesa.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker