Commento al Vangelo del giorno: Giovedì 19 gennaio 2023

Il Vangelo di oggi: Mc 3,7-12

barca_e_lago_al_tramonto_gialloGli spiriti impuri gridavano: “Tu sei il Figlio di Dio!” Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse.
In quel tempo, Gesù, con i suoi discepoli si ritirò presso il mare e lo seguì molta folla dalla Galilea. Dalla Giudea e da Gerusalemme, dall’Idumea e da oltre il Giordano e dalle parti di Tiro e Sidòne, una grande folla, sentendo quanto faceva, andò da lui.
Allora egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non lo schiacciassero.
Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo. Gli spiriti impuri, quando lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse.

Contemplo:

Signore dei Signori lo è sempre
“Getta sul Signore il tuo affanno ed egli ti darà sostegno”, preghiamo in un salmo.
La fame di guarigione da qualche male ci fa rompere gli indugi, ci spoglia del timore e dal riserbo.
Perché dobbiamo giungere allo stremo delle forze e della speranza per gettare la nostra vita sul Signore, nel Signore?
Forse che egli è Signore solo nelle emergenze?
Come se portasse scritto: in caso di emergenza azionare la leva, possibilmente a mani giunte…
Invece l’Apocalisse ci rivela: “Un nome porta scritto sul mantello e sul femore: Re dei re e Signore dei signori”.
Signore dei Signori lo è sempre!
Ogni mattino ed ogni sera riconosciamo che è lui il Re e Signore a cui consegnare le ore operose e quelle del riposo; un atto di fede, di fiducia nel bene e nel male della vita.

Commento al Vangelo del giorno:

Nel Vangelo odierno vediamo un gran movimento di folle.
La gente non viene solo dalla Galilea ma anche da tutte le regioni circostanti. Perché? Vengono a vedere Gesù, vogliono toccarlo.
La folla è così numerosa che il Signore stesso chiede ai suoi discepoli una barca per evitare di essere schiacciato.
Venivano da lui gli ultimi, ovvero gli esclusi, gli emarginati; i malati e gli indemoniati non erano accolti dalla società ma da Gesù trovavano l’abbraccio desiderato di cui avevano bisogno.
Siamo pronti anche noi ad accogliere con un gesto d’amore gli ultimi della nostra società?
A distanza di duemila anni c’è ancora chi aspetta e cerca un raggio di sole, chi vuole la nostra vicinanza con un sorriso o con una parola di conforto.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker