Commento al Vangelo del giorno: giovedì 25 Agosto

Il Vangelo di oggi: Mt 24,42-51

Gesuu-e-i-discepoliIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Vegliate, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa.
Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo. Chi è dunque il servo fidato e prudente, che il padrone ha messo a capo dei suoi domestici per dare loro il cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così! Davvero io vi dico: lo metterà a capo di tutti i suoi beni.
Ma se quel servo malvagio dicesse in cuor suo: “Il mio padrone tarda”, e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a mangiare e a bere con gli ubriaconi, il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l’aspetta e a un’ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli ipocriti: là sarà pianto e stridore di denti».

Medita

C’è un segreto per sconfiggere anche le più sottili forme d’ipocrisia che, inevitabilmente., sfociano in comportamenti a danno degli altri: vivere dando sempre un senso pieno a ciò che si fa.
E’ possibile solo immaginando di vivere ogni tempo come se fosse l’ultimo, ogni occasione di bene come fosse l’unica, ogni possibilità come decisiva per la propria vita. Per sua natura l’ipocrisia è cieca: vive di superficialità, accontentandosi di consumare il tempo perseguendo i propri interessi, senza considerare altro. La vigilanza evangelica, invece, vive di quotidianità fedele, di dedizione assidua nei confronti dell’altro, di responsabilità. Atteggiamenti possibili solo sentendosi oggetti di fiducia profonda, accordata da quel padrone che, sicuramente, tornerà.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker