Commento al Vangelo del giorno: giovedì 27 Ottobre – Io sono misero e povero: salvami per il tuo amore

Il Vangelo di oggi: Lc 13,31-35

 

In quel momento si avvicinarono a Gesù alcuni farisei a dirgli: «Parti e vattene via di qui, perché Erode ti vuole uccidere».
Egli rispose loro: «Andate a dire a quella volpe: “Ecco, io scaccio demòni e compio guarigioni oggi e domani; e il terzo giorno la mia opera è compiuta. Però è necessario che oggi, domani e il giorno seguente io prosegua nel cammino, perché non è possibile che un profeta muoia fuori di Gerusalemme”.
Gerusalemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti e lapidi quelli che sono stati mandati a te: quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una chioccia i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto!
Ecco, la vostra casa è abbandonata a voi!
Vi dico infatti che non mi vedrete, finché verrà il tempo in cui direte: “Benedetto colui che viene nel nome del Signore!”».

Contemplo: Fare la volontà del Padre

Il pane è la grazia di cui hai bisogno, e Gesù ti dice di chiederlo per oggi soltanto.
Tale richiesta ti porta a vivere nel momento presente e in una sottomissione fiduciosa, giorno per giorno.
Ogni giorno chiedi la luce, la forza e l’amore per compiere la volontà del Padre, in ciascun momento della tua vita.
Questa preghiera ti apre gli occhi su ciò che manca in te e intorno a te, per collaborare efficacemente all’opera di Dio, nel quotidiano e nel concreto della tua vita.
Chiedere il pane significa chiedere al Padre l’aiuto per compiere ogni giorno fino in fondo la sua volontà.
Significa contare sulla sua benevolenza e abituarti a ricevere da lui, ogni giorno, il tuo nutrimento, la manna di cui hai bisogno per attraversare con coraggio e perseveranza il deserto della tua vita e giungere alla terra promessa.

Commento al Vangelo del giorno:

“…..Gerusalemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti e lapidi quelli che sono stati mandati a te: quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una chioccia i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto!….”
Benedetto sei tu, che vieni nel nome del Signore!
Chi ci separerà dal tuo amore?
Come una chioccia vuoi raccogliere tutti nel tuo unico, ultimo abbraccio.
Allora sarà pace in terra e gloria nei cieli, perché ogni cosa ci verrà donata nel Figlio consegnato per noi.
Io sono misero e povero: salvami per il tuo amore, lascia che le tue lacrime mi feriscano il cuore e fa’ che io non rimanga sordo al tuo tenerissimo lamento.
Nulla, nessuno mi separi dall’amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker