Commento al Vangelo del giorno: giovedì 8 Settembre

Il Vangelo di oggi: Mt 1,1-16,18-23

Giuseppe+e+angeloCosì fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo.
Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa Dio con noi.

Medita

Le parole di san Paolo nella sua lettera ai Romani ci illuminano per comprendere l’odierna festa della nascita della Vergine Maria: “Quelli che ha predestinati Dio li ha anche chiamati; quelli che ha chiamati li ha anche giustificati; quelli che ha giustificati li ha anche glorificati”.
Grande è il mistero di Dio che si è compiuto in Maria e di riflesso su ciascuno di noi: mistero di un amore preveniente che chiama e giustifica gratuitamente, che continua a chiamare ogni uomo, perché ogni uomo vuole giustificare e glorificare, restituendolo alla dignità di figlio.
Grazie o Dio per il dono di Maria, regina della creazione, dove la tua Parola fattasi carne ha dimorato e attraverso cui ha permesso che la Luce venisse al mondo!

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker