Commento al Vangelo del giorno: lunedì 17 Ottobre – Conservare tutto per sè

Il Vangelo di oggi: Lc 12,13-21

momenti-di-tristezzaIn quel tempo, uno della folla disse a Gesù: «Maestro, di’ a mio fratello che divida con me l’eredità». Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?».
E disse loro: «Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede».
Poi disse loro una parabola: «La campagna di un uomo ricco aveva dato un raccolto abbondante. Egli ragionava tra sé: “Che farò,  poiché non ho dove mettere i miei raccolti? Farò così – disse –: demolirò i miei magazzini e ne costruirò altri più grandi e vi raccoglierò tutto il grano e i miei beni. Poi dirò a me stesso: Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni; ripòsati, mangia, bevi e divèrtiti!”.
Ma Dio gli disse: “Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?”. Così è di chi accumula tesori per sé e non si arricchisce presso Dio».

Contemplo: La conoscenza di Cristo

Perciò ti prego, dammi un occhio che sia capace di vedere Cristo; un orecchio che capisca la sua parola; un Cuore che sia commosso dal suo cuore, e insegnami a porre fidente la mia mano nella sua.
Egli “è la luce del mondo, ma anche “il segno della contraddizione”. Egli lo è per ciascuno di noi.
Tutti siamo in pericolo di scandalo; tocca Tu il nostro intimo e sveglia in noi il buon volere, affinchè possiamo sostenere la prova.
Insegnami a conoscere il segreto del nuovo principio.
Fammi intuire che cosa comanda la fede.
Donami il santo coraggio che si rallegra di questo divino rischio perennemente ricominciando e si perfeziona attraverso tutte le tentazioni.

Commento al Vangelo del giorno:

“…..Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?”. Così è di chi accumula tesori per sé e non si arricchisce presso Dio….”
L’uomo ricco del Vangelo vede la propria campagna produrre molto più di quanto i suoi granai possano contenere: cosa fare?
Con quale criterio prendere una decisione?
Lo guida, lo comanda la cupidigia!
Invece di riconoscere in questa abbondanza inattesa un dono di cui fare dono, decide di conservare tutto per sé.
Così programma di poter oziare lui e la sua anima per gli anni a venire pensando di essere padrone anche del tempo.
Ma il tempo è scaduto!
I suoi programmi e le sue ricchezze non possono trattenerlo oltre in questo mondo né può pensare di portare i suoi beni con sé.
La domanda: “Quello che hai preparato, di chi sarà?” lascia anche intendere che questo uomo morirà solo, probabilmente come solo ha vissuto troppo attaccato ai suoi molti beni.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker