Commento al Vangelo del giorno: Lunedì 23 gennaio 2023

Il Vangelo di oggi: Mc 2,18-22

Satana è finito

demonio

In quel tempo, gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni». Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può Satana scacciare Satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso, non può restare in piedi, ma è finito.
Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se prima non lo lega.
Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa. In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna». Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro».

Contemplo:

Solo l’uomo è libero!
Solo l’uomo è libero! E’ la grande fortuna, l’instancabile possibilità di capirsi, ritrovarsi, spendersi, è l’avventura mai finita e sempre nuova di questo piccolo e fragile essere capace di gesti eroici a beneficio di altri, di imprese grandiose in cui rischiare se stesso come anche di distruggere, profanare, cancellare ciò che già splende all’orizzonte della storia.
Per questo è libero l’uomo che conosce se stesso, libero è solo chi esplora il proprio io, sa leggere il proprio passato e il presente e tutta la realtà circostante che lo invita ad inventarsi e proporsi in sempre nuove modalità perché ciascuno si capisca e si riveli.
Per questo l’uomo è sempre alla ricerca di tutto ciò che già gli serve per realizzare il suo disegno.

Commento al Vangelo del giorno:

Persino Satana, chiamato diavolo, cioè divisore, sa che l’unione è fondamentale per riuscire nei propri intenti: per questo non ammette contese e divergenze nel suo regno.
E noi? Quante volte partiamo pieni di buone idee e condividendo una meta e poi ci perdiamo per strada in tanti piccoli rivoli, tanti quanti siamo a lavorare nel progetto!
Una buona idea viene rifiutata se scavalca una nostra buona idea, le discussioni non hanno mai fine ed il fine perde di importanza.
Quante volte vediamo che il male trova il modo di allearsi, sostenersi mentre noi rivendichiamo, recriminiamo su vecchie questioni invece che alzare lo sguardo sulla missione affidataci di annunciare una buona notizia di salvezza?
Oltre a non procedere in progetti di bene, rischiamo di essere contro-testimonianza già nel metodo di lavoro!

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker