Commento al Vangelo del giorno: Martedì 09 Agosto – Abbiamo ancora l’olio, il desiderio dell’incontro?

 

Il Vangelo di oggi: Mt 25,1-13

 

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo.
Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi.
Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.
A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”.
Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade.
Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”.
Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”. |
Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa.
Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”. Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Contemplo

Conversione:
La conversione attesta la perenne giovinezza del cristianesimo;
il cristiano è colui che sempre dice: “Io oggi ricomincio da capo”.
Essa nasce nella fede della risurrezione di Cristo: nessun peccato, nessuna caduta hanno l’ultima parola nella vita del cristiano, ma la fede nella risurrezione lo rende capace di credere più alla misericordia di Dio che all’evidenza della propria debolezza, e di riprendere il cammino di sequela e di fede.
Si, sempre la Chiesa e il cristiano abbisognano di conversione, perché sempre devono discernere gli idoli che si presentano al loro orizzonte, e sempre devono rinnovare la lotta contro di essi per manifestare la signoria di Dio.

Commento al Vangelo del giorno

Quale olio può alimentare le nostre lampade?
Quali azioni fanno brillare i nostri volti, i volti dei nostri fratelli, la strada che stiamo percorrendo, la nostra vita?
Il Regno dei cieli si costruisce dando luce all’altro, o meglio creando le condizioni perché l’altro si accenda portando a galla le proprie potenzialità d’amore creativo.
L’olio non si può prestare, ognuno ha il suo, ognuno costruisce se stesso, deve aver cura della propria interiorità, della propria ricchezza interiore, del proprio rapporto con Dio; e stolto, pazzo viene chiamato chi non lo fa, chi vive alla giornata, sospinto da ogni vento.
Ma quando l’olio c’è è possibile, bellissimo e naturale scambiarsi una piccola fiamma perché arda e illumini intorno per andare incontro al Signore che viene.
Il Regno dei cieli ha spazio per tutti perché è costruito da noi stessi, lo sposo non vede l’ora di incontrarci.
Abbiamo ancora l’olio, il desiderio dell’incontro?

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker