Commento al Vangelo del giorno: Martedì 18 Gennaio 2022 – Ma ora è arrivato Gesù

Il Vangelo di oggi: Mc 2,23-28

In quel tempo, di sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe.
I farisei gli dicevano: «Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?». Ed egli rispose loro: «Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bisogno e lui e i suoi compagni ebbero fame? Sotto il sommo sacerdote Abiatàr, entrò nella casa di Dio e mangiò i pani dell’offerta, che non è lecito mangiare se non ai sacerdoti, e ne diede anche ai suoi compagni!».
E diceva loro: «Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato».

Contemplo:

Umilmente
All’umiltà del Dio creatore deve corrispondere l’umile silenzio dell’uomo, l’ascolto ospitale aperto a ricevere il dono che viene dall’alto e fa del buio del nostro cuore lo spazio della luce.
E’ l’umiltà che illumina la notte e la rende inizio di luce: veramente, non è la conoscenza che illumina il mistero, è il mistero che illumina la conoscenza.
Ogni conoscenza che libera e salva in questo mondo inizia si dall’abisso del cuore umano in ricerca, ma si compie veramente soltanto quando si lascia raggiungere umilmente dalla luce del suo Dio.
Mi domando: io sono umile? Mi pongo in silenzio davanti al mistero santo del mondo?

Commento al Vangelo del giorno:

“……Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato….”

Zelanti, cultori della legge, non fatevi compatire! Non siate così gretti da voler stravolgere i miei veri connotati!
Sono nato come giorno di festa, giorno in cui il Creatore si è fermato compiaciuto a contemplare la sua opera, riuscita veramente molto bene, desideroso che anche voi, apice della creazione, lo imitaste per poterlo poi ringraziare.
E invece ecco che mi avete circondato di un cumulo di prescrizioni: non fare questo, non fare quello, non camminare più di così…
Un’atmosfera opprimente, non mi riconosco più, non sono più il sabato di una volta! Ma ora è arrivato Gesù a ricordare che sono qui per aiutarvi a recuperare l’armonia dopo una settimana spesso frenetica. Non durerà a lungo: tra poco prenderà il mio posto la domenica, il giorno del Risorto. E così potrò riposarmi anch’io!

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker

Un pensiero su “Commento al Vangelo del giorno: Martedì 18 Gennaio 2022 – Ma ora è arrivato Gesù

I commenti sono chiusi.