Commento al Vangelo del giorno: martedì 4 Ottobre – Ci metteremo a scuola del Maestro?

Il Vangelo di oggi: Mt 11,25-30

gesu e i discepoliIn quel tempo Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli.
Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo.
Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro.
Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

Contemplo: L’amore fiorisce nella pace

L’amore è semplice, puro, non calcola, è spoglio d’ogni interesse e d’ogni doppiezza, né si dona per altro fine se non d’amare.
L’amore fiorisce nella pace ed è forza pacificante; è balsamo del cuore anche più inquieto, ed è energia efficace di bene intorno a sé.
L’amore è paziente nella prova e ignora il disprezzo e l’incomprensione che l’attorniano; non si estingue se perseguitato, non teme la morte.
La novità cristiana è tutta in quel beati: ti è data la possibilità di trasformare in gioia il limite, l’anelito, lo spasmo, la fame finchè il coraggio d’amare non dilaghi nel mondo come un fuoco impetuoso tra i canneti.

Commento al Vangelo del giorno:

“….Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli….”
Ancora, come un martello che colpisce il cranio indurito della nostra religiosità, le parole di Gesù: l’esultanza rivolta al Padre perché ha fatto conoscere le cose ai piccoli.
Teresa e oggi Francesco.
Perché?
Perché così è piaciuto al Signore del Cielo e della terra, lo stesso che abbiamo incontrato ieri.
La capiremo una buona volta?
Ci metteremo finalmente a scuola del maestro mite e umile di cuore?
Si, non conta niente se non l’essere creatura nata sul talamo nuziale, trono ed altare del Signore nostro Gesù Cristo.
Nient’altro ci piaccia o ci diletti….niente ci ostacoli, niente ci separi, niente ci frapponga.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker