Commento al Vangelo del giorno: Mercoledì 04 Gennaio 2023

Il Vangelo di oggi: Gv 1,35-42

Abbiamo trovato il Messia

In quel tempo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù.
Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio. Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.

Commento al Vangelo del giorno:

Due discepoli di Giovanni ascoltano la sua parola che indica Gesù come agnello di Dio; l’espressione richiama l’agnello pasquale e le parole profetiche sul servo sofferente, figura del messia. I due si stanno interrogando attraverso un cammino di conversione, perciò si sentono spinti ad andare dietro a Gesù.

La sua domanda- che cosa cercate? – fa emergere il desiderio profondo, che ora genera un’altra richiesta: maestro, dove abiti?

Gesù non dà risposte astratte: li invita a stare con lui, perché nell’incontro dialogante si comincia a scoprire qualcosa dell’altro. Si tratta di rimanere con Gesù, aperti alla novità, a percepire qualcosa del suo mistero. Allora comincia a germogliare una certa conoscenza, una prima intuizione della sua identità, che si fa annuncio: Abbiamo trovato il messia!

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker