Commento al Vangelo del giorno: Sabato 17 Dicembre 2022

Il Vangelo di oggi: Mt 1,1-17

albero

Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esrom, Esrom generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmon, Salmon generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide. Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asaf, Asaf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozìa, Ozìa generò Ioatàm, Ioatàm generò Àcaz, Àcaz generò Ezechìa, Ezechìa generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosìa, Giosìa generò Ieconìa e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia. Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconìa generò Salatièl, Salatièl generò Zorobabele, Zorobabele generò Abiùd, Abiùd generò Eliachìm, Eliachìm generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo. In tal modo, tutte le generazioni da Abramo a Davide.

Contemplo:

Dio ci pensa sempre tutti insieme
Spesso pensiamo che la religione sia una faccenda personale, ma non è l’idea di Dio: lui ci pensa sempre tutti insieme. Quando ci ritroviamo dispersi per strade autonome e indipendenti, allora Dio ci richiama all’ordine che è lo spirito di comunità, di condivisione, di amore reciproco. Ci ricorda che siamo fratelli, che il nostro è un destino comune, che nessuno si salva da solo. Quando parla, Dio gradisce che lo ascoltiamo tutti insieme perché la sua parola possa raggiungerci in modo adeguato. Siamo un popolo in cui ce n’è per tutti i gusti: poveri, ricchi, buoni, cattivi, intelligenti, stupidi, sani, malati, forti, deboli. E tutti noi partecipiamo a queste caratteristiche, a tratti. Per questo Dio spera che, stando vicini, ci possiamo sostenere gli uni gli altri, con sollecitudine fraterna.

Commento al Vangelo di oggi:

Forse avreste preferito che mio figlio arrivasse sulla terra come un asteroide dallo spazio, per trovare la scusa che io sono un Dio lontano e che capisco poco la vostra vita e quindi non posso pretendere più di tanto da voi. E invece eccovi la genealogia che illustra come io mi sia inserito con pazienza nel vostro tempo e nella vostra storia, una catena di nomi che sono altrettante storie. Se leggete le vicende dei personaggi citati troverete di tutto: fede e rettitudine, peccato e ingiustizia. Una storia che abbraccia tutti i popoli, perché le donne citate sono straniere: Raab è di Gerico, Rut è moabita, la moglie di Uria ittica. Ma anello dopo anello la catena giunge al compimento: Gesù, la storia nuova, il mondo ricreato nello Spirito.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker